Care lettrici e lettori fedeli, il conteggio di Net-parade,ogni mese, parte da zero. E' mia intenzione posizionare il mio BLOG nel punto più alto possibile delle classifiche. Per farlo ho bisogno del vostro aiuto. Cliccate sul banner qui sopra. Non occorrono dati personali, basta cliccare su "sì, confermo il voto"...SI PUO' FARE OGNI ORA! GRAZIE!

giovedì 17 maggio 2018

17/05/2018... Giovedì pomeriggio... Domani arriva la grande Musica che guarda al suono contemporaneo...

Buon pomeriggio...



A voi, care lettrici e cari lettori, che leggete le mie pagine e amate la grande Musica, consiglio davvero caldamente di venire domani sera nel nostro Liceo Musicale per ascoltare un concerto davvero bellissimo e interessante...
Bellissimo perché i due esecutori sono davvero di prim'ordine...interessante perché Andrea Lanza e Luca Serrapiglio proporranno un programma davvero inconsueto...almeno per la nostra zona...
Si tratta di Musica del nostro tempo, eseguita dalla chitarra elettrica che, in questo caso, vestirà i panni dello strumento "colto". Noi siamo infatti  abituati a vederla imbracciata dai più accaniti rockettari di ogni età...domani sera, invece, diventerà altra cosa, dialogando con ogni tipo di saxofono e con il clarinetto basso (suonati da Luca Serrapiglio). E vedremo...anzi...ascolteremo i saxofoni dialogare con il ghettoblaster.
Che cos'è il ghettoblaster, mi chiede Signora?!
Beh...il nome può sfuggire ai più ma l'"aggeggio" no... Si tratta, infatti, di quel grosso apparecchio portatile  per la riproduzione sonora, munito di altoparlanti, che i ragazzi degli anni '70 del secolo scorso si portavano sulle spalle, o in spiaggia, o nelle metropolitane, per ascoltare musica e ballare. L'hip hop deve molto della sua diffusione a questi stereo portatili, soppiantati successivamente (già dagli anni '80) dai decisamente meno "invasivi" Walkman e, ancora dopo, dagli Ipod e, ancora più tardi, dagli Smartphone.
Da non perdere assolutamente, poi, “Tierkreis” di Karlheinz Stockhausen, opera composita scritta originariamente per carillon e dedicata ai dodici segni zodiacali. Andrea Lanza e Luca Serrapiglio eseguiranno alcune delle dodici melodie del compositore tedesco che, successivamente alla creazione dell'opera, ne preparò una versione senza l'indicazione degli strumenti che dovevano eseguirle... I due esecutori di domani sera, quindi, le faranno  proprie e dei loro strumenti...

Ma...andiamo maggiormente nel dettaglio...

Il concerto

Venerdì 18 maggio, presso l’Auditorium “Francesco Roggeri” del Liceo Musicale “Saluzzo – Plana” di Alessandria, avrà luogo il settimo concerto della Rassegna intitolata “I Venerdì del Liceo”. “Re-Acting Tierkreis” è il titolo dell’interessantissimo evento di venerdì.
Chi verrà ad ascoltare Andrea Lanza (Chitarra elettrica) e Luca Serrapiglio (Saxofoni e Clarinetto basso) rimarrà sorpreso e felicemente stupito da quello che proporranno i due musicisti che, da anni, costituiscono un duo inconsueto, tagliente e multiforme, eterodosso e senza confini. Entrambi i musicisti provengono da studi accademici e si dedicano da sempre alla pratica dell’improvvisazione, della ricerca, della musica creativa. La ricchissima varietà timbrica della chitarra di Andrea Lanza, un’incredibile tavolozza orchestrale, e le molte voci dei fiati di Luca Serrapiglio sono gli elementi chiave del loro concerto. Un viaggio tra antiche melodie armene, musiche di compositori contemporanei, libere improvvisazioni, suoni e rumori.


Il programma

Ecco uno sguardo all’originalissimo programma.
Tra i brani, tutti di grandissimo interesse, svettano alcune “perle” della musica contemporanea. “Trash Tv Trance” di Fausto Romitelli, per chitarra elettrica. Di Jacob Ter Veldhuis, invece, verrà eseguita “Grab It”, per saxofono tenore e ghettoblaster.
Da non perdere, poi, “Tierkreis” di Karlheinz Stockhausen. Il duo eseguirà alcune delle dodici melodie che il compositore tedesco scrisse per i segni zodiacali.
La versione originale è per carillon. Successivamente l’autore traspose la sua opera in una partitura senza indicazioni di organico. Serrapiglio e Lanza proporranno la loro versione per sax e chitarra elettrica.



Gli esecutori

Andrea Lanza, nato a Torino nel 1969, si è diplomato al Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria sotto la guida di Angelo Gilardino e successivamente ha frequentato corsi di perfezionamento con David Russel, Tillman Hoppstock, Dusan Bogdanovic. È risultato vincitore di diversi premi internazionali (Concorsi Internazionale di Ancona, Concorso Internazionale "Benvenuto Terzi" di Bergamo, Concorso Internazionale di Lagonegro). Si dedica ad un’approfondita ricerca nei generi musicali legati alla sperimentazione, improvvisazione e interpretazione di partiture informali. Dal 2000 fa parte del gruppo di musica contemporanea ‘Impressive Ensemble’, progetto musicale multiforme di Claudio Lugo. Ha collaborato con l'Ensemble Dissonanzen di Napoli registrando il CD "Musica Porosa" con i solisti Markus Stockhausen e la clarinettista Tara Bouman. Dal 2005 è la prima chitarra del “Torino Guitar Quartet” con il quale ha pubblicato il CD “Codex”, opera integrale per quattro chitarre del compositore chitarrista Dusan Bogdanovic e musiche di C.Corea, K.Volans, B.Evans, F.Zappa e R.Fripp.!
Nel 2009 gli viene dedicato “Haendelectric”, concerto per chitarra elettrica e orchestra di Claudio Lugo, eseguendo la prima esecuzione assoluta a Napoli con l’orchestra di musica antica “Pietà dei Turchini”. ! Nel 2011 ha tenuto la prima esecuzione mondiale di “Leggenda”, opera di Alessandro Solbiati, nell’ambito della manifestazione MITO con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino e sotto la direzione di Gianandrea Noseda. Ha lavorato tra gli altri con Andrea Ceccon, Giacomo Agazzini, Claudio Lugo, Luigi Attademo, Cristina Zavalloni, Markus Stockhausen, Tara Bouman, Michele Marelli, Esmeralda Sciascia, Steve Noble, Francois Rosset. È docente di ruolo di Chitarra presso la Scuola Media ad Indirizzo Musicale di Sant’Antonino di Susa (To).

Luca Serrapiglio è saxofonista e clarinettista basso, è compositore, improvvisatore, performer, suona live electronics. Si è diplomato al Conservatorio di Alessandria in Saxofono con il M° Claudio Lugo e in Musica Jazz con il M° Luigi Bonafede. Con il M° Lugo ha poi conseguito con lode la laurea specialistica di II livello in Saxofono. Ha studiato, tra gli altri, con Tim Berne, William Parker, Moni Ovadia, Roman Siwùlak, Achille Succi, Giancarlo Schiaffini, Stefano Zenni, Attilio Zanchi, Rob Brown, Luca Valentino.
Ha lavorato tra gli altri con Vincenzo Vasi, Taylor Ho-Binum, Chris Jonas, Gianni Mimmo, Edoardo Marraffa, Piero Bittolo- Bon, Tim Trevor-Briscoe, Xabier Iriondo, Adalberto Ferrari, Francesco Cusa. Dal 2006 al 2010 fa parte della compagnia teatrale “Porte Girevoli” di Claudio Cinelli.
Con il fratello Andrea Serrapiglio compone e suona le musiche degli spettacoli del danzatore e coreografo Leonardo Diana. Nel 2006 con Andrea Serrapiglio e Andrea “Ics” Ferraris crea il gruppo di musica elettroacustica Airchamber 3, con cui pubblica due dischi, crea colonne sonore di cortometraggi, e nel 2014 sonorizza dal vivo “Metropolis” di Fritz Lang durante la Notte Bianca di Firenze. Nel 2015 suona nel Sonic Genome di Anthony Braxton al Museo Egizio di Torino per il Torino Jazz Festival.
Insegna saxofono presso il Liceo Musicale di Alessandria. E' ideatore ed organizzatore degli eventi dell’associazione culturale “Valdapozzo”.

Per concludere…a nota libera…
Il 25 maggio la Rassegna concertistica si chiuderà con un ospite d’eccezione, Gianni Coscia, fisarmonicista alessandrino ed ex allievo del “Plana”.

Coscia incontrerà il pubblico della rassegna e proporrà un recital che a me è piaciuto intitolare “a nota libera” per il suo carattere di improvvisazione, musicale e di parole. Sarà  accompagnato al pianoforte dal sottoscritto. Non potrete mancare anche perché sarà previsto, come "antipasto", l’intervento di un gruppo di studenti del Liceo Musicale che dialogheranno in musica con il grande fisarmonicista di fama internazionale.

Non mancate...domani sera...e venerdì prossimo...

Nessun commento:

Posta un commento