Care lettrici e lettori fedeli, il conteggio di Net-parade,ogni mese, parte da zero. E' mia intenzione posizionare il mio BLOG nel punto più alto possibile delle classifiche. Per farlo ho bisogno del vostro aiuto. Cliccate sul banner qui sopra. Non occorrono dati personali, basta cliccare su "sì, confermo il voto"...SI PUO' FARE OGNI ORA! GRAZIE!

venerdì 6 luglio 2018

06/07/2018... Venerdì mattina... Questa sera...ACROSS DUO...

Buon giorno...



Anche se l’estate è arrivata e ha portato un po’ di tempo libero in più (le lezioni sono infatti finite da un pezzo), il mio spazio giornaliero per gestire la comunicazione delle mie attività artistiche e le mie emozioni è comunque inesistente... sono proprio le mie attività artistiche a tenermi impegnato oltre misura...

Di certo non mi lamento...sarebbe certamente peggio avere più tempo a disposizione non avendo altro da fare. 
Invece non è così...passo le mie giornate a scrivere musica (alcuni progetti sono davvero importanti...ve ne parlerò a suo tempo), a studiare il pianoforte per i concerti...
A proposito di concerti...sebbene in ritardo vi segnalo quello di questa sera, nella ormai consueta (per me e per voi che venite ad ascoltare i miei concerti estivi) Villa Faraggiana di Albissola Marina. La rassegna  è sempre quella, importante e consolidata: il VOXONUS FESTIVAL, giunto alla VII edizione.


Questa sera, nella affascinante Galleria delle Stagioni della splendida villa barocca ligure, io e il mio "socio" Claudio Gilio, alla viola, proporremo il nostro programma dedicato, guarda caso alle quattro stagioni di Antonio Vivaldi che diventeranno presto CD e vinile...
La serata serve anche da lancio alla mostra sul grande pittore Lucio Fontana del quale, nel mese di agosto, verrà inaugurata una mostra ad Albissola (in occasione del cinquantesimo anniversario della sua morte).


Per questo motivo con noi, questa sera, ci sarà la performer Giada Guerci che coreograferà i quattro quadri introduttivi scritti appositamente per il nostro progetto vivaldiano. Le quattro composizioni originali s'intitolano, complessivamente, "Le stagioni della vita"... E' proprio questa la chiave di lettura che questa sera ci avvicinerà a Lucio Fontana...il taglio nella tela come "varco" per andare oltre...come punto di partenza (la nascita) o l'arrivo (la morte)... Tutto è relativo. Nel nostro caso, quindi, anche la morte può segnare un punto di partenza verso altro e verso l'altrove...un giro di boa (e visto che suoneremo al mare il paragone ci sta) di un'esistenza da considerare in una dimensione certamente più ampia di quella di una semplice tela o di una ben più complessa, e pur sempre breve, vita...

Ecco un po' di notizie in più...


...dai giornali che
VOXONUS FESTIVAL 2018
ACROSS DUO - VIVALDINJAZZ, LE STAGIONI DELLA VITA
VILLA FARAGGIANA ‒ ALBISSOLA MARINA
6 luglio ore 21,15
Un inizio quanto mai in armonia con il titolo
“Filologia e contaminazioni” del Voxonus Festival 2018, quello di venerdì 6 luglio, nella privilegiata cornice della Galleria delle Stagioni di Villa Faraggiana.
Dopo la presentazione del 29 giugno nel giardino della Casa Museo Jorn, a dare il via alla rassegna musicale, in programma fino al 10 agosto, è infatti lo spettacolo Vivaldinjazz, le stagioni della vita, ultimo lavoro di Across
Duo, Claudio Gilio alla viola ed Enrico Pesce al pianoforte, con un nuovo disco di prossima uscita.

ACROSS DUO
Across Duo è la formazione cross-over formata da Claudio Gilio alla viola edEnrico Pesce al pianoforte (e anima degli arrangiamenti musicali).
Il duo entusiasma sempre nelle sue performances e questo spettacolo non fa eccezione, anzi, si può considerare il lavoro più completo e complesso fino a ora proposto.
Di prossima pubblicazione ci sarà il disco presentato anche in vinile, per i cultori. 
Nello spettacolo Vivaldinjazz, le stagioni della vita, Across utilizza le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi come metafora per raccontare in musica le 4 stagioni della vita umana, nascita, giovinezza, maturità e vecchiaia. Lo fa col suo inconfondibile stile cross-over, mettendo assieme citazione barocca (di qui il suo inserimento nel Voxonus Festival), temi moderni e improvvisazioni jazz con alcuni stilemi pop rock progressive. Melodie spianate lasciano spazio, intercalandosi, ai funambolici virtuosismi che sempre incantano negli spettacoli Across Duo.
La viola e il pianoforte s’intrecciano e si alternano ottenendo le sonorità tipiche di Across Duo e portando il pubblico attraverso stati d’animo che vanno dalla trasognate malinconia al travolgente ritmo incastonato in cascate di note di ardua difficoltà tecnica.
Lo spettacolo è dedicato alla memoria di Lucio Fontana nel 50° anno dalla morte. Ci sarà un omaggio proprio al grande artista con un intervento coreografico a cura della ballerina coreografa Giada Guerci, che simboleggerà attraverso la danza, ospite di Across Duo, il concetto di spazialità tanto caro a Fontana.

GIADA GUERCI
Nata in Alessandria il 30 gennaio 1986
Inizia lo studio della danza Classica e Moderna nel 1996 presso la Susan Parker Dance School di Alessandria, con la stessa Susan Parker sostenendo esami presso la British Arts di Londra. Ha perfezionato i suoi studi con artisti di fama internazionale quali Marit Bech, Luigi Martelletta, Daniela Chiani, Luisella Cappa e Maria Elena Fernandez per la danza classica; Ilir Shaqiri, Garrison Rochelle, Olti Shaquiri, Ekoue Codjovi per modern-jazz; Erika Silgoner, Kate Jablonsky, Jacy Royal, Julia Spiesser e Idan Sharabi per la danza contemporanea. Continua i suoi studi a New York con gli insegnanti Ashley Carter, Kristin Sudekeis, Shelly Masenoir Hutchinson, Diego Funes, Jana Hicks, Marjake Eliasberg e Brice Mousset.
Nell’estate del 2014 viene scelta dal coreografo Newyorkese Diego Funes come sua assistente europea e lo segue nella sua tournèe di lezioni, workshop e stage che tiene in Italia durante l’estate.
Dal 2005 ad oggi è insegnante della Scuola di Danza Arabesque di Cristina Chirco. E’ coreografa anche del gruppo allieve impegnate in competizioni a livello nazionale e internazionle, ottenendo numerosi riconoscimenti.
Dal 2009 ad oggi è coreografa dell’Associazione culturale Doppio Esclamativo, impegnata soprattutto nella messa in scena di musical che hanno avuto un riscontro anche fuori provincia.
È regolarmente impegnata come coreografa e ballerina in diverse compagnie con spettacoli di danza e teatro danza.

Buona giornata...

mercoledì 13 giugno 2018

13/06/2018... Mercoledì pomeriggio... GRAZIE!

Buon pomeriggio...



Non capita tutti i giorni di fare qualcosa per gli altri e sentirsi dire "grazie"....
Nel nostro mondo, moderno fin che si vuole, tutto pare essere dovuto...a scuola...per strada, negli uffici...
La parola "grazie" pare essere diventata un termine desueto...anacronistico...
Quante volte avete ceduto il passo a un automobilista, lo avete fatto passare agevolando la sua manovra e questo, come se la strada fosse sua, se n'è andato senza fare un cenno di ringraziamento  con la mano o con lo sguardo?
Ma potrei farvi mille esempi...
Sa cosa le dico, signora? Che non ho né tempo né voglia di farle perdere tempo (perdendolo anch'io) con altri ragionamenti simili...
Invece voglio spendere due parole di estrema riconoscenza agli amici dell'ANFFAS di Acqui Terme. 
Come molte/i di voi sanno, il primo giugno ho tenuto un concerto per loro...l'ho fatto con estremo piacere perché io, da sempre, reputo la Musica un'occasione meravigliosa di restituzione agli altri. Io mi considero un uomo, un musicista, fortunato...ecco perché sento l'esigenza morale di fare qualcosa per coloro che non hanno avuto le mie stesse opportunità...
C'è poi un motivo in più per esprimere il mio grazie più sincero a chi mi ha offerto di suonare per una giustissima causa: il concerto di cui sopra è stato organizzato   nel posto più bello e affascinante del mio paese di adozione: Visone. Il piacere, quindi, è stato doppio...
Sono dunque io che, in questa pagina, ringrazio col cuore l'associazione acquese per l'opportunità che mi ha dato...quella di fare del bene, con la mia Musica e nel mio paese...
Nell'ultimo numero del settimanale locale, "L'ancora" (ancora in edicola mentre sto scrivendo), qualche giorno fa è apparsa una sorpresa che, non posso nascondervelo, mi ha reso pieno di gioia... L'ANFFAS di Acqui Terme ha speso parole bellissime nei miei confronti... Quel "grazie" è valso più di ogni altro riconoscimento...
Torno ancora al punto di partenza... GRAZIE lo dico io a  voi... Lo dico (e lo ripeto) all'ANFFAS... lo dico a tutte/i coloro che sono venute/i ad ascoltarmi... C'era tanta gente quella sera... Il generoso contributo di ognuno degli intervenuti ha permesso di raccogliere una buona somma che servirà, insieme ad altre acquisite in altri eventi più o meno contemporanei, a rendere migliore l'estate di molte ragazze e di molti ragazzi impegnate/i a "lottare" tutto l'anno contro difficoltà che per la maggior parte di noi non sono neppure immaginabili...
Grazie, quindi...Grazie...e ancora Grazie...da parte mia...col cuore pieno di soddisfazione.

lunedì 4 giugno 2018

04/06/2018... Lunedì pomeriggio... Emozioni, Musica, cuori e girandole di cose belle...

Buon pomeriggio...



Eh...lo so...Signora!
In questo periodo non ho più scritto nulla sul mio BLOG...e non mi rimproveri così!
Lo so che non ho più anticipato notizie sui concerti (peraltro già fatti) degli ultimi tempi...mi creda...non ho avuto proprio tempo... No, signora, la voglia ci sarebbe anche stata...il tempo no... Le mie svariate attività artistico/didattiche mi hanno totalmente disorientato...e poi, senta, sto rivedendo il metodo della comunicazione degli eventi che mi riguardano...
Ho già scritto altre volte concetti simili: la rete è estremamente egoista...la gente (intendo la massa) ti segue solamente se le servi o se parli di lei... Se scrivi semplicemente di te stesso, almeno che tu non sia una Star di portata planetaria, trovi solo un pugno di vere amiche e veri amici (o estimatrici/estimatori sinceri) disposti a leggerti fino all'ultima riga...
A questo punto, visto il poco tempo che ho per fare tutto (cercando di farlo anche bene), decido, giorno dopo giorno, di lasciare andare sempre più alla deriva i miei social...
Se mi spiace, signora?
Sinceramente?
No!
Anche l'esperienza di "Net-Parade", dopo sei anni esatti di "militanza" della mia creatura nel raccoglitore di siti e blog, sta per volgere al termine... Non sono più molto interessato a "lottare" per le prime posizioni in classifica...
Oggi, dopo un anno devastante farcito di concerti, impegni artistici e didattici sostenuti senza tregua -,  ho fatto un passo in avanti (o di lato, decida lei signora...) e ho preso la decisione di pensare più a me, alla mia Musica...agli affetti...
Scusatemi, dunque, se non mi leggerete troppo... 
Quando potrò scriverò...ma prima...la penna (anzi il computer) sarà impegnata (anzi impegnato) per scrivere la MIA Musica...e...credetemi...ne ho tanta...da mettere giù...nero su bianco...

Detto questo...

Il mio concerto pianistico di venerdì 1 giugno, sotto la torre medioevale di Visone, è stato emozionante... Bellissima location (grazie all'ANFFAS di Acqui Terme, al Sindaco di Visone, alla tantissima gente che è venuta ad ascoltarmi)...
Grazie ai miei allievi che hanno condiviso con me, a turno, il bellissimo palcoscenico: Matilde Dotto, Giovanni "Canepazzo" Caneparo, Eugenio Mangini, Lucrezia Roggero, Chiara Paganotti.
Grazie a Daniele Fontana...per aver messo a disposizione del sottoscritto un pianoforte a coda di grande livello...
Pubblico giusto qualche fotografia, tra le tante - tutte bellissime -, realizzate da Guliana e Barbara Campassi...che ringrazio davvero di cuore per tutto, per l'organizzazione e per la grande qualità degli scatti...




















A breve pubblicherò le fotografie del concerto di ieri...al Sacrario della Benedicta...protagonista l'Orchestra del Liceo Musicale "Saluzzo Plana" di Alessandria...

Buon proseguimento di giornata...

mercoledì 23 maggio 2018

23/05/2018... Mercoledì pomeriggio... Grande attesa per il concerto di venerdì 25 maggio...

Buon pomeriggio...



Questa mattina, approfittando della più che provvidenziale assemblea d'istituto, io e una dozzina di bravissimi e "coraggiosi" studenti del Liceo Musicale "Saluzzo - Plana" di Alessandria, ci siamo trovati in auditorium per provare i brani che eseguiremo venerdì 25 maggio nella nostra rassegna "I venerdì del Liceo" insieme al grandissimo musicista Gianni Coscia...



I

Eh...sì...davvero grandissimo... Il fisarmonicista alessandrino, ex allievo del "Plana", compagno di banco di Umberto Eco, è davvero uomo dalle mille risorse e capacità...
In poco più di un'ora e mezza di lavoro è riuscito a focalizzare tutti gli aspetti interpretativi dei brani che eseguirà il giovanissimo ensemble...li ha ottimizzati con semplici ma geniali accorgimenti...


Le ragazze e i ragazzi erano attentissime/i di fronte a un "docente" di così grande capacità comunicativa...sempre pronto allo scherzo e al racconto di aneddoti in grado di far comprendere meglio ogni pagina eseguita... 


La stessa verve l'istrionico fisarmonicista la tirerà fuori dal suo "cilindro" di uomo di spettacolo per intrattenere il numerosissimo pubblico di venerdì sera...


Come faccio a sapere che ci sarà tanta gente, signora?!
Ma è ovvio...non sono ancora uscite le notizie sui giornali e già piovono telefonate e prenotazioni...
Eh...già...credo proprio che questa volta sia il caso di prenotare il posto a sedere...
L'auditorium non è immenso e, di conseguenza, si è deciso di accogliere le richieste di assegnazione di posti per il concerto di venerdì...
Dove potrete richiedere il numero di posti a sedere?
Beh...potrete scrivere nei commenti di questo BLOG...o sulle pagine Facebook; la mia personale e quella del Liceo... Ecco i LINK per accedere:






Ovviamente rimane sempre aperta la possibilità di svolgere il concerto in aula magna... Come sappiamo, quella bellissima struttura non ha l'acustica ottimale per i concerti... Gianni Coscia la pensa come noi...
Speriamo di riuscire nell'intento di far stare tutte/i comodamente seduti in auditorium...



A tutte/i promettiamo che quello di venerdì sera sarà un gran bel concerto... Le prove di questa mattina ci hanno davvero emozionato...e, sono certo, capiterà anche a voi che verrete ad ascoltarci...

martedì 22 maggio 2018

22/05/2018... Martedì sera... Venerdì 25 maggio un ex allievo speciale del "Plana" chiuderà la nostra rassegna concertistica...

Buona sera...



Venerdì 25 maggio, presso il Liceo Musicale “Saluzzo – Plana” di Alessandria, avrà luogo l’ultimo concerto della rassegna intitolata “I venerdì del Liceo”. Sarà una chiusura in grande stile perché a tenere banco (e trovandoci tra le mura del blasonato liceo alessandrino non si potrebbe usare frase più adatta) sarà un ospite d’eccezione: Gianni Coscia.


GIANNI COSCIA
Alessandrino, ex allievo del “Plana” (ai tempi fu compagno di banco di Umberto Eco; i due furono grandi amici e scrissero a quattro mani anche pièce teatrali per la scuola), Gianni Coscia è un fisarmonicista di fama internazionale, conosciuto dal grande pubblico soprattutto nell’ambito della musica jazz. Ha suonato con tutti i grandi interpreti italiani e internazionali della musica afroamericana: Enrico Rava, Giorgio Gaslini, Gianluigi Trovesi, per citarne solo alcuni. Per anni è stato impegnato in ambito teatrale. Con la cantante Milva ha compiuto trionfali tourneé nazionali e internazionali. 
Eccellenti le collaborazioni anche nell'ambito della Musica colta. Tra le più significative, si ricorda il sodalizio, nel 1993, con Luciano Berio per la stesura di musiche per uno spettacolo contro l'antisemitismo.

VENERDI' SARA' UN GRAN GIORNO
Ovviamente io sarò davvero onorato di accompagnare un musicista di così grande importanza e sensibilità artistica...
Conosco Gianni Coscia fin da quando ero ragazzino (ovviamente lui non conosceva me)... 
Ho passato la mia infanzia in un Jazz Club in un paesino vicino alla mia città natale: Acqui Terme... Gianni Coscia veniva molto spesso a tenere concerti a Visone (questo era il nome del paesino...a me successivamente diventato molto "familiare")... Io, a quei tempi, ero abituato ad ascoltare quello strumento solamente nella musica da ballo... Per me è stata una rivelazione...
Gianni Coscia mi ha spinto ad approfondire la conoscenza della fisarmonica...così sono giunto anche a  conoscere e ad amare la Musica per Bandoneon di Gardel e Piazzolla.
Successivamente (allora ero già direttore artistico di Terzo Musica), io e il comitato artistico dell'associazione terzese abbiamo assegnato al fisarmonicista alessandrino il prestigioso "Premio Protagonisti nella Musica", già attribuito a personalità importantissime del mondo musicale come José Carreras, Bruno Lauzi, Pierre Thibaud (prima tromba dell'Opera di Parigi), Roberto Benzi (direttore d'orchestra parigino di fama mondiale)...
Capirete quindi che ora, avendo la possibilità di "dialogare" con un gigante della Musica Jazz, mi sento davvero felice e realizzato.


GLI STUDENTI DEL LICEO MUSICALE
L’inizio del concerto vedrà anche protagonista una formazione composta da una decina di studenti del liceo musicale che proporranno l’esecuzione di alcuni brani indimenticabili dell’era del grande Jazz, quella di Glenn Miller, Benny Goodman, Duke Ellington.


IL PROGRAMMA
Vi chiedo cortesemente di cliccare sul LINK che segue: 



in questo caso accederete all'evento della serata e potrete mettere il vostro "parteciperò"...
Detto questo...
Tutta la serata sarà dedicata all’età d’oro della musica “improvvisata”.

Gianni Coscia ed io proporremo al pubblico una scaletta ricca di pagine indimenticabili del repertorio Jazz degli anni ’40 e ’50. Note e parole “improvvisate”, come nel nostro stile abituale, senza rete e senza troppi accordi (verbali, s’intende, quelli musicali ci saranno eccome)…non a caso il nostro concerto s’intitola “a nota libera” e promette di far divertire e commuovere in un percorso fatto di musica, parole, aneddoti sul  “vecchio” Plana e sui suoi studenti di ogni tempo e…senza tempo…


Non ho altro da dirvi se non questo: non perdetevi la serata di venerdì 25 maggio...sono certo che vi farà tornare a casa più sereni e carichi di cose belle...

Buona serata...

giovedì 17 maggio 2018

17/05/2018... Giovedì pomeriggio... Domani arriva la grande Musica che guarda al suono contemporaneo...

Buon pomeriggio...



A voi, care lettrici e cari lettori, che leggete le mie pagine e amate la grande Musica, consiglio davvero caldamente di venire domani sera nel nostro Liceo Musicale per ascoltare un concerto davvero bellissimo e interessante...
Bellissimo perché i due esecutori sono davvero di prim'ordine...interessante perché Andrea Lanza e Luca Serrapiglio proporranno un programma davvero inconsueto...almeno per la nostra zona...
Si tratta di Musica del nostro tempo, eseguita dalla chitarra elettrica che, in questo caso, vestirà i panni dello strumento "colto". Noi siamo infatti  abituati a vederla imbracciata dai più accaniti rockettari di ogni età...domani sera, invece, diventerà altra cosa, dialogando con ogni tipo di saxofono e con il clarinetto basso (suonati da Luca Serrapiglio). E vedremo...anzi...ascolteremo i saxofoni dialogare con il ghettoblaster.
Che cos'è il ghettoblaster, mi chiede Signora?!
Beh...il nome può sfuggire ai più ma l'"aggeggio" no... Si tratta, infatti, di quel grosso apparecchio portatile  per la riproduzione sonora, munito di altoparlanti, che i ragazzi degli anni '70 del secolo scorso si portavano sulle spalle, o in spiaggia, o nelle metropolitane, per ascoltare musica e ballare. L'hip hop deve molto della sua diffusione a questi stereo portatili, soppiantati successivamente (già dagli anni '80) dai decisamente meno "invasivi" Walkman e, ancora dopo, dagli Ipod e, ancora più tardi, dagli Smartphone.
Da non perdere assolutamente, poi, “Tierkreis” di Karlheinz Stockhausen, opera composita scritta originariamente per carillon e dedicata ai dodici segni zodiacali. Andrea Lanza e Luca Serrapiglio eseguiranno alcune delle dodici melodie del compositore tedesco che, successivamente alla creazione dell'opera, ne preparò una versione senza l'indicazione degli strumenti che dovevano eseguirle... I due esecutori di domani sera, quindi, le faranno  proprie e dei loro strumenti...

Ma...andiamo maggiormente nel dettaglio...

Il concerto

Venerdì 18 maggio, presso l’Auditorium “Francesco Roggeri” del Liceo Musicale “Saluzzo – Plana” di Alessandria, avrà luogo il settimo concerto della Rassegna intitolata “I Venerdì del Liceo”. “Re-Acting Tierkreis” è il titolo dell’interessantissimo evento di venerdì.
Chi verrà ad ascoltare Andrea Lanza (Chitarra elettrica) e Luca Serrapiglio (Saxofoni e Clarinetto basso) rimarrà sorpreso e felicemente stupito da quello che proporranno i due musicisti che, da anni, costituiscono un duo inconsueto, tagliente e multiforme, eterodosso e senza confini. Entrambi i musicisti provengono da studi accademici e si dedicano da sempre alla pratica dell’improvvisazione, della ricerca, della musica creativa. La ricchissima varietà timbrica della chitarra di Andrea Lanza, un’incredibile tavolozza orchestrale, e le molte voci dei fiati di Luca Serrapiglio sono gli elementi chiave del loro concerto. Un viaggio tra antiche melodie armene, musiche di compositori contemporanei, libere improvvisazioni, suoni e rumori.


Il programma

Ecco uno sguardo all’originalissimo programma.
Tra i brani, tutti di grandissimo interesse, svettano alcune “perle” della musica contemporanea. “Trash Tv Trance” di Fausto Romitelli, per chitarra elettrica. Di Jacob Ter Veldhuis, invece, verrà eseguita “Grab It”, per saxofono tenore e ghettoblaster.
Da non perdere, poi, “Tierkreis” di Karlheinz Stockhausen. Il duo eseguirà alcune delle dodici melodie che il compositore tedesco scrisse per i segni zodiacali.
La versione originale è per carillon. Successivamente l’autore traspose la sua opera in una partitura senza indicazioni di organico. Serrapiglio e Lanza proporranno la loro versione per sax e chitarra elettrica.



Gli esecutori

Andrea Lanza, nato a Torino nel 1969, si è diplomato al Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria sotto la guida di Angelo Gilardino e successivamente ha frequentato corsi di perfezionamento con David Russel, Tillman Hoppstock, Dusan Bogdanovic. È risultato vincitore di diversi premi internazionali (Concorsi Internazionale di Ancona, Concorso Internazionale "Benvenuto Terzi" di Bergamo, Concorso Internazionale di Lagonegro). Si dedica ad un’approfondita ricerca nei generi musicali legati alla sperimentazione, improvvisazione e interpretazione di partiture informali. Dal 2000 fa parte del gruppo di musica contemporanea ‘Impressive Ensemble’, progetto musicale multiforme di Claudio Lugo. Ha collaborato con l'Ensemble Dissonanzen di Napoli registrando il CD "Musica Porosa" con i solisti Markus Stockhausen e la clarinettista Tara Bouman. Dal 2005 è la prima chitarra del “Torino Guitar Quartet” con il quale ha pubblicato il CD “Codex”, opera integrale per quattro chitarre del compositore chitarrista Dusan Bogdanovic e musiche di C.Corea, K.Volans, B.Evans, F.Zappa e R.Fripp.!
Nel 2009 gli viene dedicato “Haendelectric”, concerto per chitarra elettrica e orchestra di Claudio Lugo, eseguendo la prima esecuzione assoluta a Napoli con l’orchestra di musica antica “Pietà dei Turchini”. ! Nel 2011 ha tenuto la prima esecuzione mondiale di “Leggenda”, opera di Alessandro Solbiati, nell’ambito della manifestazione MITO con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino e sotto la direzione di Gianandrea Noseda. Ha lavorato tra gli altri con Andrea Ceccon, Giacomo Agazzini, Claudio Lugo, Luigi Attademo, Cristina Zavalloni, Markus Stockhausen, Tara Bouman, Michele Marelli, Esmeralda Sciascia, Steve Noble, Francois Rosset. È docente di ruolo di Chitarra presso la Scuola Media ad Indirizzo Musicale di Sant’Antonino di Susa (To).

Luca Serrapiglio è saxofonista e clarinettista basso, è compositore, improvvisatore, performer, suona live electronics. Si è diplomato al Conservatorio di Alessandria in Saxofono con il M° Claudio Lugo e in Musica Jazz con il M° Luigi Bonafede. Con il M° Lugo ha poi conseguito con lode la laurea specialistica di II livello in Saxofono. Ha studiato, tra gli altri, con Tim Berne, William Parker, Moni Ovadia, Roman Siwùlak, Achille Succi, Giancarlo Schiaffini, Stefano Zenni, Attilio Zanchi, Rob Brown, Luca Valentino.
Ha lavorato tra gli altri con Vincenzo Vasi, Taylor Ho-Binum, Chris Jonas, Gianni Mimmo, Edoardo Marraffa, Piero Bittolo- Bon, Tim Trevor-Briscoe, Xabier Iriondo, Adalberto Ferrari, Francesco Cusa. Dal 2006 al 2010 fa parte della compagnia teatrale “Porte Girevoli” di Claudio Cinelli.
Con il fratello Andrea Serrapiglio compone e suona le musiche degli spettacoli del danzatore e coreografo Leonardo Diana. Nel 2006 con Andrea Serrapiglio e Andrea “Ics” Ferraris crea il gruppo di musica elettroacustica Airchamber 3, con cui pubblica due dischi, crea colonne sonore di cortometraggi, e nel 2014 sonorizza dal vivo “Metropolis” di Fritz Lang durante la Notte Bianca di Firenze. Nel 2015 suona nel Sonic Genome di Anthony Braxton al Museo Egizio di Torino per il Torino Jazz Festival.
Insegna saxofono presso il Liceo Musicale di Alessandria. E' ideatore ed organizzatore degli eventi dell’associazione culturale “Valdapozzo”.

Per concludere…a nota libera…
Il 25 maggio la Rassegna concertistica si chiuderà con un ospite d’eccezione, Gianni Coscia, fisarmonicista alessandrino ed ex allievo del “Plana”.

Coscia incontrerà il pubblico della rassegna e proporrà un recital che a me è piaciuto intitolare “a nota libera” per il suo carattere di improvvisazione, musicale e di parole. Sarà  accompagnato al pianoforte dal sottoscritto. Non potrete mancare anche perché sarà previsto, come "antipasto", l’intervento di un gruppo di studenti del Liceo Musicale che dialogheranno in musica con il grande fisarmonicista di fama internazionale.

Non mancate...domani sera...e venerdì prossimo...

giovedì 3 maggio 2018

3/05/2018... Giovedì mattino... Eterni bambini...

Buongiorno...



Da un po' di giorni è terminata (almeno per il momento) la nostra avventura con Peter Pan ...
Sì...lo so SIGNORA che sono passate quasi due settimane dalla nostra spedizione romana ...
Come lei ben saprà, ho imposto un radicale stop alla mia redazione personale di "flussi di pensiero"... 
Ultimamente dedico spazio alle mie parole "visibili" solo nei momenti "morti" (e comunque sempre "vivi")... questo è uno di quegli attimi in cui posso muovere le dita su tasti che non siano quelli del pianoforte ...
Stavo dicendo ...
Anzi ...
... stavo scrivendo ....
Da quasi due settimane la nostra avventura con Peter Pan è finita... 
Può darsi che l'eterno bambino riprenda a volare con noi ... 
Chi siamo "noi"?
SIGNORA...dovrebbe saperlo! Lei sa sempre tutto... Noi siamo: il sottoscritto, i miei allievi del liceo musicale "Saluzzo - Plana" di Alessandria e i ragazzi di Doppio Esclamativo, la compagnia alessandrina che ha fatto rinascere, e volare Peter...
Come ogni attività (artistica, umana e didattica) che si estende nel tempo, anche questa ha lasciato i suoi bei segni...segni sia artistici che umani...
Anche questa volta  è nato un  doppio legame tra chi trasmette e chi apprende... Insieme abbiamo creato un vortice osmotico di sensazioni che ci hanno fatto crescere... Siamo cresciuti noi che abbiamo avuto il timone della nave tra le mani...sono cresciuti i ragazzi che hanno voluto credere in noi e nel progetto ...
Ecco, quindi, il mio pensiero del giorno...che poi diventerà il mio pensiero del mese...o del semestre...o dell'anno...
Tutti noi cerchiamo in qualche modo di raggiungere l'immortalità... C'è chi ci prova procreando eredi del proprio DNA...c'è chi prova a creare opere nella speranza che diventino eterne ...
In questa fredda mattina di inizio maggio, che sta sempre più assomigliando a un inverno tardivo piuttosto che a un sereno preludio d'estate, ho ridimensionato il senso di eterna immortalità dell'uomo...
I segni e le parole, in fondo, rappresentano una sorta di testamento spirituale che "salva" la nostra specie...quella pensante (o pesante) del nostro pianeta ...
In definitiva...se quello che so lo "trasmetto" alla coscienza dei più giovani, io, in qualche modo, mi garantisco una sorta di immortalità... Perché quel mio sapere, che a sua volta discende (e dipende) dalla conoscenza di chi mi ha ha preceduto, diventerà il patrimonio artistico/culturale delle nuove generazioni che, a loro volta, trasmetteranno  alle future generazioni i dati e le emozioni ricevuti/e in dono...



Ecco, allora, che la splendida edizione appena conclusa del "nostro" Peter Pan, ha rappresentato per tutti noi un'occasione per ritagliarci una piccolissima "fetta" di "immortalità"... Credo che anche l'eterno bambino nato dalla felice penna di James Matthew Barrie (perché all'inizio del secolo scorso si scriveva ancora con la penna) si sia arricchito di una qualche sorta di "eternità supplementare" ...
Ho idee simili sull'amore universale...ma questa è...anzi...sarà un'altra storia...che vi racconterò quando avrò un altro viaggio da fare...uno spazio della mia vita...libera dalla fretta di arrivare... e un po' di carica nella batteria del computer...che mi sta per abbandonare...in barba alla penna di  James Matthew Barrie e di tutti quelli che non hanno mai subìto questi stupidi problemi "moderni"...

Buonissima giornata ...

sabato 21 aprile 2018

21/04/2018... Sabato pomeriggio... Sulla strada per Roma...per ritrovare Peter Pan...

Buona sera...






Dopo i fasti casalesi di PETER PAN e la sua ciurma, ecco che l'intero CAST sta per affrontare una prova più ardua...quella di conquistare a suon di applausi il pubblico esigente ed estraneo di Roma, la capitale...la città eterna...duro banco di prova anche per le compagnie più navigate... Ma noi abbiamo loro...i pirati di Capitan Uncino...saranno loro a guidare i "buoni" e i "cattivi" alla conquista del Nuovo Teatro San Paolo...





Pirati anomali...invero...perché si stanno spostando, e noi con loro, con un pullman...




Mentre sto scrivendo siamo proprio in viaggio, in un'autostrada che sembra un mare calmo, privo di ondate di traffico nocive al tempo e ai nostri nervi... Tutto scorre (o corre) liscio e tranquillo...
...meglio...perché domani sarà una giornata complicata e faticosa...




Arriveremo questa notte...dormiremo l'essenziale poi, di prima mattina, ci recheremo in teatro...lì staremo tutto il giorno... 





In poche ore dovremo allestire il palcoscenico (le scenografie non sono semplici da montare), provare i suoni dell'orchestra, fare una bella "filata" dello spettacolo...e alla fine, come la ciliegina sulla torta, ecco lo Show...quello vero... Saremo senz'altro freschi come rose!
Considerate che il giorno seguente, alle dieci, avremo la replica...



Bella la vita se questa è uno spettacolo...e il nostro "Peter Pan" lo è...senz'altro...
Alle amiche romane e agli amici romani dico: venite a vederci...ad ascoltarci...direi con ragionevole certezza che non ve ne pentirete...
Vi aspettiamo...domani alle 20:30...lunedì alle 10:00...Nuovo Teatro San Paolo... ROMA!